Monuments  
 

Il Muro di Berlino

Sezione 25: Da Stralauer Platz al ponte Oberbaumbrücke (Edizione 2001-2003)


Nuovi graffiti sul muro posteriore, dal lato del muro rivolto verso la striscia della morte - Clicca per ingrandire l'immagine (62 K) Il muro di protezione posteriore realizzato come 'muro di confine 75' - Clicca per ingrandire l'immagine (52 K) Dipinto monumentale della East Side Gallery nel 1990 - Clicca per ingrandire l'immagine (40 K) Basamenti degli impianti di confine, costruiti con blocchi - Clicca per ingrandire l'immagine (59 K) Resti delle maglie metalliche del recinto di protezione del confine - Clicca per ingrandire l'immagine (33 K)
karte25
Ritaglio di mappa
1 | 2
Muro di protezione posteriore risalente agli anni sessanta  - Clicca per ingrandire l'immagine (38 K) Schegge di vetro sul muro di protezione posteriore - Clicca per ingrandire l'immagine (62 K) Strada dei pattugliamenti nella striscia delle morte, dietro la East Side Gallery - Clicca per ingrandire l'immagine (40 K) Lampada di protezione dell'area antistante, all'interno del muro posteriore - Clicca per ingrandire l'immagine (25 K) Baracca inserita nel tracciato del muro posteriore - Clicca per ingrandire l'immagine (40 K)
Da sinistra: recinto di protezione del confine, striscia di controllo, fila dei lampioni, strada dei pattugliamenti, recinto elettrico di segnalazione, muro di protezione posteriore - Clicca per ingrandire l'immagine (40 K) All'estremità orientale di quella che sarebbe poi diventata la East Side Gallery - Clicca per ingrandire l'immagine (40 K) Protezione dell'area antistante, torre di guardia - Clicca per ingrandire l'immagine (40 K)
karte25-1h Resti del Muro sotto protezione come monumento Graffiti sul muro posteriore Basamenti degli impianti di confine Muro di protezione posteriore Schegge di vetro sul muro di protezione posteriore Strada dei pattugliamenti nella striscia delle morte Resti del Muro sotto protezione come monumento
Il tratto degli impianti di confine di circa 1,3 chilometri, che fiancheggia Mühlenstraße, è diventato famoso come East Side Gallery da quando nella primavera 1990 ospitò un intervento internazionale di pittura e di graffiti.
Già ai tempi della RDT quest'area aveva una prominenza particolare: diversamente dalla maggior parte degli altri luoghi il lato orientale degli impianti di confine era pubblico ed esposto alla vista di tutti, perché la Mühlenstraße allargata a 4 corsie era il "tratto protocollare", su cui tra gli altri anche i capi di stato passavano muovendosi tra l'aeroporto di Schönefeld e il centro città. Per questo il muro posteriore venne realizzato come "muro di confine 75", in elementi prefabbricati a L. Per ostacolare lo scavalcamento sulla cima degli elementi a L erano infilati tubi da canalizzazione tagliati con una fessura su un lato. L'uso del "muro di confine 75" in questa situazione illustra la funzione che qui aveva il muro che qui doveva essere anche un paravento che nascondesse le fortificazioni di confine e ne minimizzasse l'impressione.